Anziana truffata: “Incidente a suo figlio” ma era tutto falso

“Signora suo figlio ha avuto un grave incidente, è necessario del denaro per sostenere le spese legali e sanitarie”. E’ questa la frase che si e sentita dire al telefono un’anziana signora della frazione di Vena nel Comune di Maida (CZ) da ignoto interlocutore che, continuando, le riferiva che di lì a poco sarebbe passato da casa un legale a ritirare il denaro occorrente.

La donna visibilmente scossa e frastornata consegnava quanto presente in casa, risparmi di una vita, gioielli e monili del valore complessivo di 17.000 euro circa, all’ignoto presentatosi e datosi poi a repentina fuga. Il più classico dei casi di truffa ad anziani.

Dopo aver capito di essere stata vittima di un raggiro la donna ha denunciato i fatti ai carabinieri della stazione di Maida. I militari hanno avviato indagini serrate, al fine di addivenire all’identificazione dell’autore.

 

Gli accertamenti, per lo più di natura tradizionale, svolti con celerità e riservatezza, hanno consentito in brevissimo tempo ai militari dell’Arma di risalire all’autore della truffa che nella giornata dell’evento sarebbe partito dalla sua città di origine, Napoli.

L’accusa è di truffa aggravata, con conseguente applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari eseguita dai Carabinieri della Stazione di Napoli Borgoloreto.

L’uomo è un 33enne gia’ conosciuto alle forze dell’ordine.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


15 − dodici =