Nel nome di Paolo il ricordo delle vittime sulle due ruote

Si è tenuto il motoraduno organizzato da Emanuele Greco, Francesco Monfalcone, Antonio Nisticò, Giuseppe Guarnieri e Saverio Tassone che ogni anno ricorda le vittime su due ruote degli incidenti stradali.
In particolare si ricorda il maresciallo dei Vigili Urbani Paolo Procopio che ha perso la vita con la moto di servizio all’incrocio di Via Lucrezia della Valle – Via Cassiodoro.
Si è effettuato un giro per la città con decine e decine di motociclisti accompagnati dalla Polizia Locale che hanno poi fatto una sosta sul luogo dell’incidente e deposto una corona di fiori a ricordo di Paolo e di tutte le vittime della strada.
Successivamente nel piazzale antistante la Chiesa di Santa Maria Zarapoti il Sacerdote don Giovanni Godino ha benedetto tutti i motociclisti sottolineando che la strada ha tanti pericoli e la prudenza non è mai troppa.
Il sacerdote ha evidenziato che solo con il rispetto delle regole sulla sicurezza stradale ed il buon senso si possono evitare tanti incidenti stradali e salvare la vita e quella degli altri.
Infine ha ricordato tutti i 20 motociclisti del quartiere che hanno perso la vita sullo loro moto, presenti tutti i parenti che hanno ricevuto una targa ricordo consegnata dagli organizzatori.
Per la famiglia Procopio ha ritirato la figlia di Paolo Chiara.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


cinque + dieci =