Operazioni oculistiche-truffa: tre sanitari ed un imprenditore interdetti

Quattro persone sono state raggiunte da altrettante misure interdittive in relazione al presunto reato di associazione a delinquere finalizzata al peculato ed alla truffa ai danni dello Stato.

L’operazione, portata a termine dalla Guardia di finanza e dal Nas di Catanzaro su disposizioni della procura diretta dal facente funzioni Vincenzo Capomolla, ha interessato un medico e due infermieri dell’Azienda ospedaliera universitaria “Dulbecco”, interdetti per 12 mesi, ed un imprenditore cosentino del settore medicale, cui è stato imposto il medesimo divieto. Altre tre persone sono indagate per favoreggiamento.

Secondo le indagini i tre sanitari in forza presso la divisione “Oculistica” dell’ex presidio Pugliese-Ciaccio (ora Azienda unica Dulbecco) effettuavano operazioni chirurgiche nello studio privato del medico che utilizzava dispositivi e materiale sottratti all’AOU e non versava all’Azienda i compensi avuti dall’attività intramoenia allargata.

I tre offrivano ai pazienti bisognosi di interventi oculistici la possibilità di effettuarli in tempi brevi rispetto alle liste di attesa piuttosto lunghe. Tra i provvedimenti anche il sequestro preventivo di due immobili riconducibili ad uno degli indagati.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


diciassette + sei =